LA CARICA DEI 300 PER L'UNESCO CITIES MARATHON EDUCATION

Oltre 300 ragazzi prenderanno parte all’anteprima dell’Unesco Cities Marathon che si correrà domenica 25 marzo. Venerdì 16 marzo, mattino, a Cividale del Friuli si terrà infatti l’Unesco Cities Marathon Education, evento che coinvolgerà gli studenti delle classi terze delle scuole medie di Aquileia, Cividale del Friuli, Fiumicello, Palmanova, San Pietro al Natisone e Udine (Istituto comprensivo Udine VI). Tutti i dettagli della kermesse sportiva sono stati illustrati oggi – lunedì 12 marzo - a palazzo Belgrado durante la conferenza stampa di presentazione. Iniziativa dedicata ai ragazzi giunta alla quarta edizione (la prima nel 2015) fortemente voluta dalla Provincia di Udine, - come hanno ricordato il presidente Pietro Fontanini e l’assessore Beppino Govetto -  è stata riconfermata anche per il 2018 grazie alla collaborazione con il Comitato organizzatore, le amministrazioni comunali, i dirigenti scolastici, i docenti di educazione fisica e il Coni.

“La maratona è un avvenimento sportivo ma anche culturale poiché attraversa i luoghi della storia del nostro Friuli  – ha esordito Govetto -. Ecco perché, da quattro anni, abbiamo pensato di coinvolgere le scuole, i ragazzi, affinchè possano apprezzare ancora di più il territorio in cui vivono e diventare promotori di queste bellezze”.

Quella di venerdì 16 marzo, dunque, si preannuncia come una giornata di confronto, di cultura, di sport per tutti e insieme di valorizzazione del Friuli con i giovani protagonisti anche nella salvaguardia del patrimonio culturale e storico. Prima della partenza, si terrà un particolare flash mob sulle note di Scjaraçule Maraçule. Successivamente sarà pronunciato il giuramento: “Noi ragazzi, nonché futuri cittadini del mondo, prendiamo parte a questo evento non competitivo con il desiderio di trasmettere, non solo alle generazioni attuali ma anche a quelle che verranno, la consapevolezza che nel nostro Paese sono presenti dei beni culturali unici al mondo che costituiscono  la nostra identità. Con questa maratona vorremmo che partecipanti, spettatori e organizzatori si unissero a noi per perseguire un obiettivo comune: valorizzare, tutelare e conservare nel tempo un patrimonio inestimabile che fa parte del nostro passato e definisce ancora oggi chi siamo e chi saremo”.

Gli allievi delle classi partecipanti saranno suddivisi in squadre (50) composte da 6 frazionisti. Il percorso complessivo è di 600 metri e si sviluppa nel centro storico di Cividale. Al termine della corsa, a tutti partecipanti verrà consegnata la medaglia di “finisher” della maratona assegnata oggi in anteprima al presidente Fontanini. Testimonials della maratona education saranno Paolo Miano, giocatore dell’Udinese negli anni ’80, e Giada Andreutti, lanciatrice della Polisportiva Libertas Atletica Malignani. Il significato della giornata per i ragazzi, gli aspetti tecnici della maratona, il coinvolgimento delle scuole, l’importanza dell’attività sportiva e insieme della conoscenza del territorio, sono stati richiamati nel corso della conferenza stampa da Giuliano Gemo, presidente del Comitato organizzatore, dal general manager Giuseppe Donno, nonché dai rappresentanti delle amministrazioni comunali coinvolte (l’assessore Giuseppe Ruolo per Cividale e il vicesindaco di Palmanova Adriana Danielis).

Presenti anche Alessandro Talotti per il Coni, Renata Capria D’Aronco per il club Unesco Udine e il professor Claudio Bardini per l’ufficio scolastico di Udine e in rappresentanza dei docenti di educazione fisica degli istituti che hanno aderito alla maratona education. L’assessore Govetto ha ringraziato per la collaborazione il Comune di Cividale, il gruppo Ana di Cividale e il Gruppo Sportivo Natisone, nonché la sezione di Cividale dell’Udinese Club (presente Romano Paludgnach), la scuola di danza Bront e tutti i volontari che collaboreranno per la riuscita della manifestazione che, in caso di maltempo, sarà posticipata a martedì 20 marzo.

 

Calcola il tuo tempo sulla maratona